Album
19 media
Giacometti e il suo tempo a Verona

Giacometti e il suo tempo a Verona

Dettagli
per Redazione 4 settimane fa
Immagini della mostra "Il tempo di Giacometti da Chagall a Kandinsky. Capolavori dalla Fondazione Maeght" in corso a Verona nel Palazzo della Gran Guardia dal 16 novembre 2019 al 5 aprile 2020. Una mostra monografica dedicata ad Alberto Giacometti, con oltre settanta opere, unitamente a una ventina di celebri dipinti di altri artisti che gravitavano nella Parigi degli anni tra le due guerre ma anche nei due decenni successivi: da Kandinsky a Braque, da Chagall a Miró. Foto: Antonella Anti
0 0
Album
12 media
Giovanni Meloni: sfondare l'anima

Giovanni Meloni: sfondare l'anima

Dettagli
per Redazione 4 mesi fa
Giovanni Meloni (Povegliano, Verona 1940 - Verona 2019) a partire dalla fine degli anni 60 ha costruito un suo mondo di pittura, di relazioni, di cose semplici alle quali è rimasto fedele per tutta la vita. Alternava momenti in cui emergeva il suo carattere spigoloso ad altri in cui invadeva l'interlocutore con la sua dolcezza. Per lui l'opera d'arte, il quadro, non deve “essere bello, carino, deve sfondare l'anima di chi lo guarda". (foto: Archivio Giovanni Meloni)
0 0
Album
10 media
Musica, Teatro e Danza da Estate Veronese 2019

Musica, Teatro e Danza da Estate Verones...

Dettagli
per Redazione 6 mesi fa
Selezione di "fatti a colori" con foto di Antonella Anti degli eventi che arricchiscono l'Estate Veronese 2019. Festival Rumors, Jazz al Teatro Romano nell'ambito dell' Estate Teatrale Veronese
0 0
Album
12 media
Maïmouna Guerresi: Noli me tangere

Maïmouna Guerresi: Noli me tangere

Dettagli
per Redazione 6 mesi fa
Maïmouna (Patrizia) Guerresi è nata a Pove del Grappa (VI) nel 1951 e si è trasferita ben presto con la famiglia d'origine a Monteforte d'Alpone (VR), dove ha ancora uno studio-laboratorio in cui vive e lavora, quando non è a Dakar. Nel 1989 Patrizia conosce il suo futuro marito senegalese e inizia un nuovo percorso religioso e artistico. Si converte all'Islam abbracciando la disciplina spirituale sufi e introducendo l'iconografia africana e musulmana nel suo lavoro artistico. Diventa Maïmouna N' Bache Fall e la sua visione della vita e dell'arte assume sempre più il valore di trascendenza, viaggio mistico, congiunzione tra umano e divino. (foto: Antonella Anti)
0 0
Album
12 media
Piera Legnaghi: l'insostenibile leggerezza della scultura

Piera Legnaghi: l'insostenibile leggerez...

Dettagli
per Redazione 7 mesi fa
Piera Legnaghi nasce a Verona nel 1945 dove vive e lavora. Le sue prime mostre risalgono al 1969. Nota per le sculture monumentali, in simbiosi con l'ambiente, l'artista ama declinare i suoi soggetti in varie dimensioni, arrivando a creare anche linee di gioielli che definisce “sculture indossabili”. Dagli anni '90 affianca al lavoro di scultrice quello di docente di "Arte e Creatività". La sua è la ricerca di un sentimento di abbandono e di riconciliazione del corpo, della mente, dello spirito nei confronti di una natura e di un paesaggio che attendono ancora di essere riscoperti e capiti. (foto: Antonella Anti)
0 0
Album
12 media
Donata Lazzarini: Aprire il Mondo, Aprirsi al Mondo

Donata Lazzarini: Aprire il Mondo, Aprir...

Dettagli
per Redazione 9 mesi fa
Donata Lazzarini è nata a Verona nel 1968. Diplomata all'Accademia di Bologna con Concetto Pozzati, si è sempre servita dello studio come luogo di transito, dove valersi della realtà, per trasformarla. Oggi utilizza gli spazi della “foresteria” di un palazzo cinquecentesco nel quartiere di Veronetta, dove dà vita a forme introverse che sanno di corpo, di tattilità, di scandaglio. Non è un caso che insegni scultura a Brera: ama misurarsi, analizzare, cogliere lo spirito delle cose, degli esseri, del mondo. (foto Antonella Anti)
1 0