Andrea Facco: tra ironia e inganno.

Tipo di Media
1

1

Dettagli
per Redazione 5 mesi fa
0 0
Tipo di Media
2

2

Dettagli
per Redazione 5 mesi fa
0 0
Tipo di Media
3

3

Dettagli
per Redazione 5 mesi fa
0 0
Tipo di Media
4

4

Dettagli
per Redazione 5 mesi fa
0 0
Tipo di Media
5

5

Dettagli
per Redazione 5 mesi fa
0 0
Tipo di Media
6

6

Dettagli
per Redazione 5 mesi fa
0 0

Andrea Facco è nato a Verona nel 1973. Il suo studio è il riadattamento di un ex laboratorio artigianale  poco lontano da Corso Milano. Vasto e luminoso, è una specie di luogo che contiene più luoghi: l'ambito dello studio, la zona dell'archivio, lo spazio del vivere. Ma soprattutto l'angolo del lavoro. Lavoro che si esprime apparentemente attraverso una “narrazione  per immagini”. Dunque, un lavoro di pittore? Forse, ma di un pittore che analizza la pittura, che studia il visibile, che riflette sulla comunicazione. Furtivamente, maliziosamente. Ci mette con sfrontatezza di fronte al micro e al macro, al vero e al falso. In un inesausto tentativo di sfidare e mettere in crisi le nostre abitudini percettive.

foto: Antonella Anti

0 0
Dettagli
per Redazione 5 mesi fa
962 visite
12 media