Giuseppe Gallo, il teatro assurdo del viandante

Giuseppe Gallo, il teatro assurdo del viandante

Giuseppe Gallo torna a esporre alla Galleria dello Scudo (2 dicembre 2017 - 30 marzo 2018) con una mostra personale dal titolo "Il teatro assurdo del viandante", a cura di Laura Cherubini. Il viandante cui si riferisce il titolo è lo spettatore, invitato a un viaggio apparentemente senza regole nella pittura e nella natura, ma viandante è anche l’artista stesso che percorre un tragitto insieme a noi con le sue opere - installazioni in bronzo, sculture e quadri di grandi dimensioni - accostate fra loro senza un apparente nesso logico in cui ironia, imprevedibilità e perdita d’identità sembrano esserne prerogative imprescindibili.

I quadri sono composti di frammenti ricavati da immagini che non si possono ricostruire, di cui l’artista non permette di trovare traccia mnemonica; anzi, lui stesso, visto il processo usato, non è più in grado di recuperarne la forma originaria. Come nelle pratiche archeologiche, si tratta di ricomporre i cocci, nell’impossibilità però di ritornare all’unità del reperto.
Opera centrale della mostra è Loggia dei sogni, composta di una miriade di elementi multicolori che si manifestano secondo un ordine che riflette la logica del processo della natura. Con un’ardita inversione del procedimento archeologico di ricomposizione dell’oggetto, il piano di fondo viene realizzato alla fine, dopo l’applicazione dei frammenti. È il risultato dell’unione di quattro tecniche tradizionali che vanno a formarne una nuova: olio , acquarello , tempera e affresco.
Se spunto iniziale per molte opere è l’ironia del giocare con sé stesso, in esse affiora anche quel lasciarsi andare dell’artista alla memoria dell’infanzia che lo induce a recuperare le tecniche antiche e ad affinare quella sensibilità per la materia, prerogativa essenziale nel restauro. Il padre infatti era restauratore e coinvolgeva nel proprio lavoro il figlio, cui ripeteva: “l’arte è logica”. “Passavo la mia infanzia a restaurare affreschi, avevo i materiali in casa, dipingo da quando avevo tre anni”, ricorda Gallo. Ha imparato in casa, da piccolo, che l’arte è frutto anche di un processo razionale; ciononostante ha voluto regalarci un teatro dell’assurdo.

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 02-12-2017 00:00
Termine evento 30-03-2018 00:00
Luogo
Galleria dello Scudo
Via Scudo di Francia, 2, 37121 Verona VR, Italia
Galleria dello Scudo
Categoria ARTE E MOSTRE

Galleria dello Scudo

Galleria dello Scudo, fondata nel 1968, si occupa di arte moderna e contemporanea italiana. In collaborazione con enti pubblici ha organizzato importanti rassegne di carattere strettamente scientifico, che hanno suscitato viva attenzione di critica e di pubblico.
Promuove inoltre il lavoro di artisti contemporanei come Gianni Dessì, Giovanni Frangi, Giuseppe Gallo, Marco Gastini, Eliseo Mattiacci, Nunzio, Luigi Ontani e Giuseppe Spagnulo.

sede espositiva: via Scudo di Francia 2, 37121 Verona
telefono 045 590144 - fax 045 8001306 - e-mail info@galleriadelloscudo.com
orari di apertura lunedì - sabato 10:00-13.00 | 15.30-19:30

https://www.galleriadelloscudo.com