Si inaugura, sabato 8 aprile alle ore 18.00 alla Galleria Sottopasso della Stua (Largo Europa) la mostra fotografica “Frank Dituri. Lux Lunae”.

La rassegna, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo – Centro Nazionale di Fotografia, presenta un’accurata selezione di fotografie dell’artista americano Frank Dituri (New York, 1948), che trasforma l’usuale, l’ovvio e il riconoscibile in immagini astratte. Le opere in mostra sono caratterizzate da un ricco gioco di tonalità in bianco e nero che creano un effetto estetico unico e uno stile di singolare raffinatezza.

Ingresso libero




Data inizio: 08-04-2006
Data fine: 20-05-2006
Orario: da lunedì a sabato 11.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00. Chiuso la domenica
Luogo: Padova, Galleria Sottopasso della Stua (largo Europa)
Indirizzo: Centro Nazionale di Fotografia; Via Isidoro Wiel 17 – 35127 Padova
Link: http://cnf.padovanet.it
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono: 049 8721598 - 049 8722531
powered by social2s

Il turismo e l'arte secondo Bonami. Al Mart di Rovereto
Universal Experience: arte e vita. Lo sguardo del turista
11 febbraio - 14 maggio 2006

Con circa 700 milioni di persone che ogni anno viaggiano verso destinazioni internazionali, il turismo è diventata la più prospera industria del mondo: un fenomeno di massa in rapida crescita, dalle caratteristiche che suscitano curiosità e interrogativi. Universal Experience: arte e vita. Lo sguardo del turista indaga i risvolti culturali del turismo di massa attraverso le opere di trentacinque importanti artisti contemporanei internazionali. La visione d'insieme delle loro opere rivela come il turismo non soltanto stia trasformando il mondo, ma addirittura stia condizionando il nostro modo di relazionarci e di capire spazi e ambienti, sia quelli a noi familiari, che quelli "esotici" o "altri". La mostra, curata da Francesco Bonami, proviene dal Museum of Contemporary Art di Chicago, e dopo essere stata alla Hayward Gallery di Londra tra l'ottobre e il dicembre 2005, vede il Mart come ultima tappa di un tour internazionale.

Il percorso inizia con una serie di opere degli anni Sessanta del Novecento, un'epoca nella quale il turismo come industria pone le sue basi. Tra queste, il famoso Empire di Andy Warhol, un video di otto ore del 1964, che registra il calare della notte sull'omonimo grattacielo-icona di New

powered by social2s

Mostra collettiva degli artisti della galleria BYBLOS ART GALLERY (Bruno Ceccobelli, Begona Montalben, Beatriz Millar, Ugo Nespolo, Emilio Perez, Nicola Verlato)




Data inizio: 27-04-2006
Data fine: 10-05-2006
Orario: da Martedì a Saabato 10.00-13.00; 14.30-19.30
Luogo: BYBLOS ART GALLERY
Indirizzo: C.so Cavour, 25/27 Verona
powered by social2s

“Io mi sento molto più Teosofo amante di tutte le religioni e filosofie morali perenni e mondiali; il Buddismo Zen, per esempio mi ha riportato a quella memoria monastica e stoica tipica del mio carattere e della mia arte che considero meditativa e contemplativa”. Con questa frase Bruno Ceccobelli introduce la sua ultima ricerca mettendo in mostra nove sculture di vesti del Buddha di marmi diversi: rosso diaspro, travertino rosso soraja, rosso collemaldina, nero marquines, nero portoro, botticino, verde cipollino greco, giallo siena, bianco statuario.

Delle vesti senza mani, senza testa, un velo per i nove mondi che rivela e disvela, simboli e memorie di antiche radici, le vesti non respingono le umane passioni ma le ricompongono in una singola passione per la vita.

Contemporaneamente sono esposte delle pitture o meglio una serie di edicole  che rappresentano una figura mitica, archetipale dell’uomo adepto in posizione meditativa pervaso da un senso di pace tipica dell’Illuminato. Pur nella differente caratterizzazione formale delle edicole, la figura del Buddha presenta sempre gli stessi elementi distintivi: la postura di asceta, le piante dei piedi rivolte verso l’alto, il viso ovale e la posizione delle mani che indicano la messa in moto della Ruota della Legge, cioè la predicazione della verità di cui è venuto a conoscenza.

In queste

powered by social2s

Una ventina di opere tra tele e carte di Mauro Reggiani (Nonantola, Modena 1897 - Milano 1980):
 una concisa ma esauriente antologica che dà conto della straordinaria stagione che prende avvio con gli anni ‘50 di uno dei più radicali astrattisti italiani.
Da lavori che presentano una struttura risolta secondo moduli curvilinei e ovoidali a una ricerca che tende verso nuovi rapporti di spazio-colore, con predominio di vuoti e inedito senso dinamico del ritmo, da composizioni con tagli slittanti di linee in diagonale alla riduzione degli elementi cromatici a una serie di parallele larghe e sottili. E’ lo stesso artista che parla di una “geometria che può diventare sentimento, poesia più interessante di quella espressa dalla faccia dell’uomo”. In questo si differenzia la sua ricerca dalla pur evidente memoria costruttivista e dalla sapiente disposizione neoplastica dei pesi. In questi lavori infatti, sempre meditati come architetture, si evidenzia un disegno più leggero, decantato, festoso e dietro il rigore dell’immaginazione si percepisce una sorta di lirismo, di incanto metafisico.   Reggiani negli anni ‘30 era stato uno dei protagonisti (con i vari Ghiringhelli, Bogliardi, Soldati, Rho, Radice, ecc.) di quella fucina di incontri, passioni, sperimentazioni che era la Galleria del Milione. Fu uno dei firmatari del Manifesto che pose le basi teoriche dell’Astrattismo italiano

powered by social2s

MANTEGNA E LE ARTI A VERONA 1450-1500
Verona, Palazzo della Gran Guardia
16 settembre 2006 – 14 gennaio 2007

Direzione della Mostra: Paola Marini Cura della Mostra: Mauro Cova , Sergio Marinelli, Paola Marini,. Verona si sta mobilitando intorno all’appuntamento culturale più atteso dell’anno: la grande mostra “Mantegna e le Arti a Verona 1450 – 1500” che dal prossimo 16 settembre riunirà alla Gran Guardia più di 200 tra dipinti, disegni, incisioni, sculture, medaglie, cassoni dipinti provenienti da oltre 100 musei di tutto il mondo.

Proprio in previsione di questo grande appuntamento, il Comitato per le Celebrazioni Zenoniane ha voluto promuovere un incontro pubblico durante il quale Paola Marini, direttore del Museo di Castelvecchio e curatrice della mostra veronese sul Mantegna insieme a Mauro Cova e Sergio Marinelli, “leggerà” il Trittico del Mantegna, capolavoro conservato nella basilica superiore di San Zeno.

La serata sarà impreziosita dall’intervento del Coro della Basilica che, sotto la direzione del maestro Francesco Pagnoni, eseguirà brani polifonici del coevi al Mantegna. Una occasione da non perdere, quindi. L’ingresso è libero sino ad esaurimento dei posti a disposizione. La grande pala, costituisce uno dei più precoci esempi di “Sacra Conversazione” e registra un impegno architettonico, prospettico, e archeologico che unifica grazie al pennello di Andrea Mantegna, scena dipinta, cornice e spazio

powered by social2s

Argento: monili tradizionali dell´India.
La galleria, specializzata nella ricerca etnografica e nella proposta di autentici pezzi delle Arti Tradizionali dei popoli extra-europei, in questa mostra presenta una collezione significativa di gioielli in argento provenienti da varie zone dell´ India dove il gioiello ancora oggi riveste un ruolo importante nella variegata ritualità sociale. Simbolo di status, indicatore di appartenenza, elemento di ricchezza personale, il gioiello indiano, nelle sue molteplici forme racconta un universo estetico stimolante e di grande fascino.




Data inizio: 08-04-2006
Data fine: 22-04-2006
Orario: da Ma. a Sa. orario: 10.00-12.30; 16.30-19.30
Luogo: ETNIE
Indirizzo: Vicolo Cavalletto 4/A 37121 Verona
Link: http://www.etniearte.com/
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono: 045592502
powered by social2s

Un Itinerario di tre giorni nel mondo audiovisuale. Organizzato dal comune di S. Martino Buonalbergo e Accademia di Belle Arti " A.B.Cignaroli". Laboratorio di improvvisazione Jazz la partecipèazione è aperta a tutti coloro che porteranno con sè uno strumento e prevede una breve jam-session finale sotto la guida dei docenti.

Ingresso libero




Data inizio: 21-04-2006
Data fine: 21-04-2006
Orario: ore 15,00
Luogo: Teatro Peroni
Indirizzo: Piazza del Popolo San Martino Buonalbergo
powered by social2s

Un Itinerario di tre  giorni nel mondo audiovisuale. Organizzato dal comune di S. Martino Buonalbergo e Accademia di Belle Arti "A.B.Cignaroli". Laboratorio video su "Suono e immagine".

Ingresso libero




Data inizio: 20-04-2006
Data fine: 20-04-2006
Orario: ore 15,00
Luogo: Accademia di Belle Arti "G.B. Cignaroli
Indirizzo: Via Carlo Montanari 5
powered by social2s

Un Itinerario di tre giorni nel mondo audiovisuale. Convegno organizzato dal comune di S. Martino Buonalbergo e Accademia di Belle Arti A. B. Cignaroli "Il suono e l´immagine, Arte, Cultura e Società".

Ingresso libero




Data inizio: 19-04-2006
Data fine: 19-04-2006
Orario: ore 15,00
Luogo: Accademia di Belle Arti "G.B. Cignaroli
Indirizzo: Via Carlo Montanari 5
powered by social2s

Dopo il successo delle passate edizioni il nostro museo propone anche quest´anno, nei giorni di GIOVEDÌ 20 E VENERDÌ 21 APRILE 2006, il corso di formazione e aggiornamento "L´ACCESSIBILITÀ AL PATRIMONIO MUSEALE E L´EDUCAZIONE ARTISTICA ED ESTETICA DELLE PERSONE CON MINORAZIONE VISIVA".

Il corso, giunto alla sua terza edizione e con alle spalle l´esperienza del convegno internazionale "L´arte a portata di mano", vuole fornire al personale dei settori interessati le conoscenze e gli strumenti necessari per favorire l´integrazione scolastica e sociale delle persone con minorazione visiva rendendo accessibile il patrimonio museale e promuovendo una corretta e significativa educazione all´arte e all´estetica.

Un appuntamento qualificante per DOCENTI, RESPONSABILI E OPERATORI DEI SERVIZI EDUCATIVI DEI MUSEI E DELLE SOPRINTENDENZE E OPERATORI DEL SETTORE DELL´HANDICAP con relatori provenienti da enti e istituzioni culturali del territorio italiano e con il confronto, come di consueto, con un´esperienza straniera: dopo Cyrille Gouyette del Louvre di Parigi venuto nel 2005 quest´anno sarà la volta di Maria Estrella Cela Esteban del Museo Tiflologico di Madrid.

Il corso si terrà nella sede del Museo Omero e, realizzato in collaborazione con il Centro Servizi Amministrativi di Ancona, costituirà crediti formativi, riconoscibili ai sensi delle disposizioni vigenti.

ISCRIZIONI
Apertura: venerdì 24 febbraio
Chiusura: giovedì 13 aprile
Costo: 51 euro
Per i dettagli del corso e per scaricare la scheda

powered by social2s