PROROGATA FINO AL 3 SETTEMBRE 2006
Venezia, Museo Diocesano
6 ottobre 2005 - 3 settembre 2006

Le opere del Palazzo Patriarcale di Venezia esposte nelle sale del Museo Diocesano di Venezia saranno visibili per un mese in più rispetto al previsto.

Continuando a riscuotere grande attenzione da parte del pubblico e riscontri positivi da parte della critica, la mostra è stata prorogata fino al 3 settembre 2006; inoltre rimarrà aperta martedì 15 agosto 2006 (ore 10-18) e dal 4 agosto 2006 ogni venerdì l'apertura serale sarà prolungata fino alle ore 20. Molto visitata dalle scuole e da un vasto pubblico internazionale, la mostra potrà continuare ad essere, nei mesi estivi, meta preziosa per appassionati e turisti che, attraversato il magnifico Chiostro di Sant’Apollonia, potranno accedere alle sale del Museo Diocesano e ammiarre le opere abitualmente ospitate nel Palazzo Patriarcale, residenza del Patriarca di Venezia.

Una collezione che raccoglie opere dal Quattrocento all’Ottocento, provenienti soprattutto da chiese soppresse o non più aperte al culto, oltre a donazioni e prestiti temporanei. Fra le numerose opere in parte inedite e sconosciute ma straordinarie, emerge il magnifico ciclo di tele sulle Storie di Santa Caterina d’Alessandria di proprietà della Soprintendenza per il Polo Museale veneziano, realizzato da Jacopo Tintoretto e bottega, e proveniente dalla chiesa veneziana omonima. E, accanto a

powered by social2s

29 GIUGNO - 28 AGOSTO 2006
a Verona e provincia

Parte la prima edizione di “Ad Opera d’Arte”, una iniziativa culturale che si terrà per tutta la stagione estiva 2006 in Verona e provincia. La rassegna teatrale itinerante è realizzata dai e nei Comuni di Illasi e Cellore, di Albaredo d’Adige, di Bussolengo e di Verona e resa possibile grazie alla collaborazione di Fondazione Aida/Teatro Stabile d’Innovazione.

La rassegna partirà da giovedì 29 giugno 2006 e percorrerà tutta la stagione estiva fino a sabato 26 agosto 2006.

Facendo tappa in alcuni Comuni della provincia la rassegna “Ad Opera d’Arte” crea una sinergia, una leva artista, una promozione della provincia di Verona con il suo patrimonio storico e naturale e valorizza la storia e l’identità veneta attraverso il teatro, la musica e le arti.

Ad Opera d’Arte” è una rassegna che nasce dal desiderio di offrire eventi estivi interamente dedicati al pubblico giovane di bambini, ragazzi e famiglie attraverso la realizzazione di una serie d’appuntamenti quali serate di teatro, laboratori creativi, incontri con autori e narratori.

I laboratori della durata di un’ora e mezzo e che si terranno in orario pomeridiano, saranno aperti a 2 gruppi di ragazzi ai quali si affiancherà un’animatore che li guiderà alla scoperta della mostra “Lupus in Fabula” e delle nuove

powered by social2s

Domenica 20 agosto l’84a Festival areniano ripropone il capolavoro verdiano, Aida di Verdi, la più amata dal pubblico dell’Arena di Verona, giunta alla 14a rappresentazione stagionale.

L’allestimento, che da cinque anni ininterrotti riscuote immutati successi, ha la prestigiosa firma di Franco Zeffirelli alla regia - ripresa da Marco Gandini - e scene, i costumi di Anna Anni, la coreografia di Vladimir Vassiliev, con la direzione di Daniel Oren; maestro del Coro Marco Faelli.

La compagnia di canto prevede Amarilli Nizza nel ruolo del titolo, Piero Giuliacci (che saluta il,pubblico areniano impersonando Radames), Marianne Cornetti (Amneris), Silvano Carroli, (Amonasro), Marco Spotti (Ramfis), Paolo Battaglia (Il Re). Completano il cast Angelo Casertano e Antonella Trevisan, rispettivamente Un messaggero e Sacerdotessa. Myrna Kamara e Giovanni Patti sono i danzatori solisti nel “trionfo”, mentre Simona Mangani è la sacerdotessa Akmen.

Sono previste ancora 2 recite di Aida giovedì 24 e domenica 27 agosto.
Ulteriori informazioni sulla Stagione areniana sul sito internet www.arena.it o telefonando al numero 045 8005151.




Data inizio: 19-08-2006
Data fine: 20-08-2006
powered by social2s

Giovedì 17 agosto, alle ore 11 nella Sala Rossa dei Palazzi Scaligeri, verrà presentata la XII edizione del Film Festival premio Lessinia  che si terrà a Cerro Veronese da sabato 18 a domenica 27 agosto.

Per nove serate si proietteranno i migliori lavori nazionali ed internazionali relativi al tema “vita, storia e tradizioni in montagna”, a cui seguiranno anche mostre, incontri con l’autore ed escursioni nel Parco regionale dei monti Lessini.
Saranno presenti, tra gli altri, l’assessore provinciale alle politiche montane, Lucio Campedelli, l’assessore regionale alle politiche degli Enti locali, Stefano  Valdegamberi, il sindaco di Cerro Veronese nonchè presidente del Film Festival, Luca Scala.

Per maggiori informazioni
Film festival (file PDF)




Data inizio: 16-08-2006
Data fine: 17-08-2006
powered by social2s

Venerdì 25 agosto, ore 21.00, con replica il 26, debutta in prima nazionale assoluta all’interno delle manifestazioni dell’Estate Teatrale Veronese 2006 al Chiostro del Conservatorio Dall’Abaco “La bisbetica non domata”, rilettura in chiave moderna dell’originale shakespeariano. Il testo e la trama, che mantengono la struttura della commedia brillante pur in un’ambientazione di tipo “postatomico”, sono stati completamente riscritti da Luca Caserta, che firma anche la regia. Protagonista Isabella Caserta, nelle vesti di una Caterina indomita rivendicatrice della propria libertà.

Seguendo le rotte commerciali, alcuni viandanti benestanti e di nobili origini giungono presso la comunità del ricco Battista, dove fanno conoscenza delle sue figlie: Caterina, bisbetica e insopportabile, e Bianca, dolce e romantica. Desiderosi di sedurle per poterle sposare, i viaggiatori si fanno ospitare, dando inizio a un gioco scenico fatto di equivoci, comicità, menzogne e travestimenti che condurranno alla scena finale, un mondo alla rovescia in cui ordine e ruoli sociali saranno ridefiniti.

L’ambientazione di tipo “postatomico” propone un mondo arido e decadente, nel quale i sopravvissuti hanno costruito comunità autonome utilizzando ciò che è rimasto: agglomerati, vere e proprie roccaforti di reminiscenza medievale che sorgono come oasi in mezzo a vaste lande deserte. Gli esseri umani si sono adattati all’ambiente circostante. E’ un universo selvaggio e spietato in cui l’uomo cerca di

powered by social2s

Anche quest’anno, per Ferragosto, si rinnova la tradizione della Messa dell’Artista, offerta dalla Fondazione Arena di Verona e assai apprezzata da veronesi e turisti.

L’atteso appuntamento è per martedì 15 agosto alle ore 11.00 nella chiesa di San Nicolò all’Arena, dove il parroco Don Roberto Vinco e Don Marco Campedelli celebreranno la Santa Messa che sarà presieduta da Don Rino Breoni, Abate di San Zeno Maggiore.

I vari momenti della liturgia saranno sottolineati da interventi solistici del soprano Elena Mosuc (che in questo periodo è ospite del Festival lirico 2006 nel ruolo di “Micaela” in Carmen), del tenore Francesco Anile, del basso Paolo Battaglia (anch’egli ospite del Festival Lirico 2006 quale “Re” in Aida), del Coro dell’Arena di Verona diretto da Marco Faelli con l’accompagnamento dall’organista Adele D’Aronzo.

In programma musiche di Gounod (Ave Maria), Franck (Panis angelicus), Bizet (Agnus Dei), Verdi (“Preghiera di Zaccaria” da Nabucco), Mozart (Ave Verum), oltre ad un brano sacro della tradizione rumena.
Ingresso Libero




Data inizio: 14-08-2006
Data fine: 15-08-2006
powered by social2s