Partira' dal Filarmonico di Verona il 3 ottobre la quarta e ultima parte del "Nome e Cognome Tour/06" di Luciano Ligabue, che calcherà  i piu' importanti e prestigiosi teatri d'Italia. La lunghissima tourné del rocker di Correggio ha preso il via lo scorso 7 febbraio nei club, per poi spostarsi a marzo nei palasport e a maggio negli stadi.

Fra le tappe in programma - ventiquattro in tutto - il 7 ottobre sarà al teatro Verdi di Firenze, mentre il 9 al Carlo Felice di Genova. Ligabue avrà l'onore di esibirsi il 28 ottobre alla Fenice di Venezia, mentre il 6 novembre canterà al Regio di Torino. Tappa milanese al Teatro degli Arcimboldi il 17 novembre. Poi all'Augusteo di Napoli il 21. Tre giorni dopo sarà al Gran Teatro di Roma. La tourné si concluderà il 9 dicembre al teatro Goldoni di Livorno. (agr)




Data inizio: 08-09-2006
Data fine: 03-10-2006
powered by social2s

Volver

Venerdì 22 / sabato 23 settembre ore 21,00

Settimana di Pedro Almodóvar con Penélope Cruz, Lola Dueñas, Blanca Portillo, Carmen Maura.
Spagna 2006 ­ Durata 120¹ ­ Genere: commedia.
Madrid e i quartieri effervescenti della  classe lavoratrice, dove gli immigrati delle varie province spagnole  condividono sogni, vita e fortuna con una moltitudine di etnie e razze  diverse. Nel cuore di questo tessuto sociale, tre generazioni di donne  sopravvivono al vento, al fuoco e persino alla morte, grazie alla  bontà, al coraggio e ad una vitalità infinita.

L'Era glaciale 2

Domenica 24 settembre ore 14,30 / 17,00

Usa 2006 - Animazione - Durata 93¹
Ritornano i nostri eroi Manny, Sid e Diego  che questa volta hanno il compito di avvisare tutti gli animali che  abitano la valle, che il prossimo scioglimento dei ghiacci provocherà  una terribile alluvione e che tutti sono in pericolo..




Data inizio: 21-09-2006
Data fine: 24-09-2006
powered by social2s

Sarà  inaugurata sabato 23 settembre alle 17, al padiglione 20  dell’Arsenale, la 38^ Mostra dei Funghi e della Flora spontanea  organizzata dal Gruppo Micologico del Dopolavoro Ferroviario di  Verona.

La  rassegna è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri  dall’assessore alla Valorizzazione delle Tradizioni Popolari Ivan  Zerbato, dal Presidente del DLF Gianfranco Carrara e da Piero  Franchina, tossicologo e docente del gruppo micologico.

«Il  dopolavoro ferroviario – spiega l’assessore Zerbato - è  un’associazione che svolge importanti attività nel sociale  della nostra città, e l’Amministrazione collabora con queste  iniziative mettendo a disposizione un’area importante come  l’Arsenale».

«La  conoscenza dei funghi – precisa il presidente Carrara – è  importante per chi si avvicina a questo mondo, perché bastano  piccole disattenzioni per correre rischi molto seri per la salute.  Per questo, il Dlf in collaborazione con Comune e Ulss, organizza da  diversi anni corsi di formazione e mostre in varie sedi del  territorio provinciale, con la possibilità di perizie sui  funghi raccolti eseguite da personale esperto».

Il  gruppo micologico organizza infatti ogni anno, alla sede del Dlf di  Verona in via XX Settembre 17, un corso aperto a tutti con lezioni  teoriche e pratiche per imparare a riconoscere i tipi di funghi e  capire quali sono i pericoli che si possono correre.

«I  nostri corsi – precisa Piero Franchina – servono a

powered by social2s

Grande  festa venerdì sera per l’inaugurazione dell’installazione  del Ponte Postumio con una fiaccolata sul fiume, con  l’accompagnamento della Big Band Ritmo Sinfonica e un  “combattimento” tra aquiloni illuminati che si svolgerà  dove un tempo venivano organizzate le battaglie navali.

L’installazione  del Ponte Postumio, lunga 102 metri, propone un percorso  simbolico che lascia immaginare la pianta della città romana,  con l’asse principale sul decumano, costituito dall’antica via  Postumia che univa Genova ad Aquileia, e passava sotto il Teatro  Romano. Si ricrea così lo spazio ludico più antico  della città, compreso tra ponte Pietra e lo scomparso ponte  Postumio, dove sembra si svolgessero le naumachie, battaglie navali  sull’Adige, sbocco in epoca romana sulla via Postumia del decumano  massimo.

Tocatì,  Festival internazionale dei giochi in strada, ha scelto di allestire  il nuovo-antichissimo ponte Postumio proprio per tracciare un ideale  congiungimento nel tempo e nello spazio, e lasciare un segno/sogno  alla città di Verona.

Il  progetto è dell’arch. Nicola Gasperini, dell’arch.  Cristina Rizzo, dello studio d’ingegneria Mauro Zanconato.  Produzione allestimenti: Fondazione Arena. Progetto illuminazione:  AGSM Verona.

Si  ringrazia la ditta Bellamoli SPA

L’inaugurazione  avverrà sulla riva sinistra dell’Adige, (zona pizzeria  Redentore)




Data inizio: 21-09-2006
Data fine: 24-09-2006
powered by social2s

Nel Chiostro di San Giorgio in Braida in occasione di Tocatì viene  allestito un nucleo interattivo, ludico ed informativo, in  rappresentanza di quanto esposto fino al 12 novembre 2006 a Biella,  alla rassegna annuale Arte al Centro 2006: il gioco.

Cittadellarte, Fondazione d'Arte Contemporanea diretta da  Michelangelo Pistoletto, invita a giocare con la Trasformazione Sociale  Responsabile, presentando progetti artistici che utilizzano il gioco  come strumento di indagine, comunicazione ed intervento nei vari campi  della sfera sociale. Lo stesso Michelangelo Pistoletto ha realizzato  installazioni-gioco, quali: "Ping-Pong - Segno Arte" e  "Carta-pista", una grande pista di biglie a forma di simbolo di Terzo  Paradiso: luogo ideale ed auspicato, in cui l'Artificio si coniuga con  la Natura in un rapporto di reciproco rispetto. Il "Calcetto Love  Difference", dell'artista Diego Paccagnella, in cui il tradizionale  calcetto diviene metafora del gioco di scambi e relazioni dei paesi che  si affacciano sul Mediterraneo. "Europoly", dell'artista serbo Dejan  Kaludgerovic, trasforma il gioco del Monopoli in un'installazione in  cui ci si misura con le difficoltà reali che affronta chi vuole  ottenere la cittadinanza europea."Bocciami", di Beatrice Catanzaro in  collaborazione con Michele Fontana, racconta come il gioco delle bocce  a Milano diventa occasione di discussione sul tema dello spazio urbano  come luogo d'incontro.

A cura di Marcella Rafaniello, coordinatrice del gruppo curatoriale di  Cittadellarte per

powered by social2s

Secondo appuntamento con lo shopping serale.

Ritornano per il terzo anno consecutivo “I Giovedì di settembre”, con l’apertura serale dei negozi sino alle 23 e attività di animazione nelle strade e nelle piazze del centro.

Dopo il successo delle scorse edizioni, con una media di quasi 10 mila presenze per sera nel 2005, l’iniziativa viene riproposta il 7, il 14 e il 21 settembre. Il progetto, promosso dal Comune di Verona in collaborazione con le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali, rientra nel Piano degli orari della città.
   
Le tre serate dedicate allo shopping saranno allietate da musica dal vivo, esibizioni di scuole di danza, mostre d’arte e d’artigianato, e animazioni per i più piccoli. Le zone coinvolte saranno piazza Bra, via Roma, porta Borsari, piazza Erbe, piazzetta Pescheria, via Mazzini e via Cappello. Verona è la prima città nel Veneto ad aver promosso questo tipo di iniziativa, ed è stata presa ora a modello da altre realtà.

Animazione di Giovedi 14 Settembre

Porta Borsari

Danza orientale a cura della scuola di danzaVaganova

Via Mazzini (fronte BNL)

"Quadri danzanti", a cura di Mama danzateatro “

Piazzetta Pescheria

"Verona a passo di danza", Cantafilò danze tradizionali, "

Via Roma (angolo via Dietro Listone)

"Il circo magico" con il mago Bryan, a cura di Viva Opera Circus

Via Cappello

un evento musicale promosso

powered by social2s