In mostra al Festival Internazionale dei giochi in strada di Verona  22-23-24 settembre 2006

Cittadellarte-Fondazione Pistoletto partecipa alla quarta edizione di  “Tocatì”, il festival internazionale dei giochi in strada che per tre  giorni, il 22, 23 e 24 settembre, trasformerà il centro storico del  capoluogo scaligero in un immenso parco giochi. 

Nella suggestiva location del chiostro di San Giorgio in Braida su  Lungadige verrà allestito un nucleo di quanto esposto all'interno degli  spazi di Cittadellarte, che fino al 12 novembre ospitano la IX.  edizione della rassegna di mostre ed eventi ARTE AL CENTRO di una  Trasformazione Sociale Responsabile. L'edizione 2006 di Arte al Centro  è proprio dedicata al gioco.  Sabato 23 settembre Michelangelo Pistoletto incontrerà il pubblico del  Tocatì intervenendo su “Arte e gioco”.

Il direttore artistico di  Cittadellarte illustrerà i modi in cui l'arte può davvero “mettersi in  gioco” nella società e come in particolare il Gioco, metafora della  realtà, diventando Responsabile possa portare a nuove visioni etiche. 

In questo senso, l'edizione 2006 di Arte al Centro invita il pubblico a giocare con la Trasformazione Sociale Responsabile (mission di Cittadellarte), proponendo installazioni ludiche che utilizzano la creatività come strumento di indagine sociale.

Opere e installazioni di Arte al Centro 2006: il Gioco presenti a Verona

     
  • Europoly (gioco da tavola), di Dejan
powered by social2s

Due istituzioni culturali e un artista sono i vincitori del Premio Civiltà Veneta 2006, giunto quest’anno alla sua venticinquesima edizione. Sono la Fondazione Cariverona, nella persona del suo presidente Paolo Biasi, la Marsilio Editori, nella persona del suo presidente Cesare De Michelis, e lo scultore e ceramista Pino Castagna. Non è la prima volta in cui i riconoscimenti alla Civiltà Veneta del Premio Masi vanno ad istituzioni culturali o ad enti che si sono resi benemeriti per la cultura. E’ certamente la prima volta in cui questi premi sono due, a segnalare il sempre maggiore rilievo che, anche in un ambito interregionale quale è quello delle “Venezie” in cui si muove tradizionalmente il Premio Masi, assumono al di là delle persone le istituzioni.

La Fondazione Masi, attribuendo questi premi all’istituzione, intende tuttavia sottolineare come l’attività culturale dei due enti sia frutto in larghissima parte della personale iniziativa e del costante impegno dei loro presidenti. L’ing. Paolo Biasi, presidente dal 1993 della Fondazione Cassa di risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona, carica alla quale è stato riconfermato per un altro quinquennio nell’ottobre 2005, ha dato grande impulso fin dall’inizio del suo mandato alle attività istituzionali in favore delle comunità locali, che hanno portato nel quinquennio 2001-2005 all’erogazione di fondi complessivi pari a oltre

powered by social2s

Veronalive prosegue la serie di interviste sui più rappresentativi collezionisti d’arte contemporanea veronesi. Dopo aver pubblicato servizi su Giuliano Perezzani (sul numero 32), Luciano Antonini (33), Giorgio Fasol (34) ed Emilio Carpeggiani (35), nel numero (36) in vendita nelle edicole di Verona (città e provincia) il collezionista Marino Battistella (commercialista in quel di Monteforte) ci parla dei suoi esordi nell’affascinante mondo dell’arte contemporanea in compagnia del papà (Leone Battistella, diplomato all’Accademia Cignaroli), di alcuni suoi acquisti e di come ha coltivato per tutti questi anni la sua passione. Ancora oggi è un instancabile, attento e sensibile collezionista.

Lavoro di Luciano Lora (loft arte- Valdagno), esposto durante la mostra Ambaradam (tra arte e non arte). Marino Battistella è accovacciato al centro circondato da altri collezionisti vicentini (Giancarlo Bonollo,Lorenzo Gaspari...Giancarlo Danieli)




Data inizio: 21-08-2006
Data fine: 15-09-2006
powered by social2s

“Un patrimonio venuto da lontano” è lo slogan che il Consiglio d’Europa ha scelto per la undicesima edizione delle Giornate Europee del Patrimonio che si terrà sabato 23 e domenica 24 settembre 2006.

L’obiettivo della manifestazione è rendere facilmente percepibile ai cittadini europei le radici comuni della cultura, valorizzando il patrimonio artistico europeo e cercando di creare un rapporto più confidenziale tra i cittadini e i beni culturali.

L'iniziativa, fatta propria anche dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è cresciuta di anno in anno, aggiungendo alle organizzazioni governative anche associazioni, privati, e realtà di volontariato.

Anche quest’anno l’Amministrazione Comunale aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio aprendo gratuitamente al pubblico veronese, e ai numerosi turisti ancora presenti in città, i musei civici e i centri espositivi

Le Giornate Europee a Verona saranno caratterizzate dalla proposta di visite guidate gratuite nei musei e nelle gallerie espositive, e da un concerto tra le opere esposte di Palazzo Forti grazie al progetto Musicarte.

“ Più siamo e meglio tuteliamo l'arte!”: dal 23 settembre al 1 ottobre, in concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio, la Fondazione Città Italia organizza la terza campagna di Raccolta Fondi a sostegno del patrimonio storico-artistico italiano. Le donazioni possono essere effettuate tramite SMS, bonifico bancario o bollettino postale secondo le indicazioni pubblicate

powered by social2s

dal 15 al 17 settembre Festival della Filosofia nelle piazze della città di Modena.

Diverse delle più brillanti menti contemporanee ragioneranno e disserteranno di Umanità, tema portante della manifestazione.

Per maggiori informazioni: http://www.festivalfilosofia.it




Data inizio: 14-09-2006
Data fine: 17-09-2006
Link: http://www.festivalfilosofia.it
powered by social2s

La prima Mostra d’Arte e Antiquariato organizzata e gestita da e-@ntiquail Portale Internet degli Antiquari Italiani.

Ia SALONE DELL’ANTIQUARIATO AUTENTICOe dell’Arte Contemporaneaa Cerea (VR) dal 16 al 24 settembre.

L’evento vuole rappresentare una netta soluzione di continuità sia conil passato della Mostra stessa (giunta comunque alla XXXVI edizione) siacon un mercato delle Mostre d’Antiquariato che per molti aspetti iniziaa segnare il passo. Recependo pertanto il sentire di molti operatori delsettore abbiamo voluto realizzare una Mostra di alto livelloqualitativo, garantito dall’esperienza nel settore eventi di e-@ntiqua el’autorevolezza del Collegio Periti Italiani che fungerà da organismo digaranzia delle opere esposte da Antiquari selezionati.

L’evento presenta nomi di Espositori affermati, ma anche "emergenti" iquali si siano distinti negli ultimi anni per aver fatto una scelta diqualità, intesa non solo per il fatto di proporre Opere d’Arte Antica dialto livello (e pertanto da molti irraggiungibili), ma anche articoli diarredamento d’epoca di buon livello, ma soprattutto onesti e "veri",originali. Oppure, perché no, oggetti d’arredamento creati a partire daframmenti di oggetti d’epoca o da oggetti altrimenti non piùutilizzabili nella vita moderna, ma che trasmettono quel senso dell’ArteAntica che bisogna recuperare per dare senso ad un mercato fermo al palodella moda e di una, vera o presunta, ma comunque sentita, crisieconomica.

Dall’altra parte il tutto deve avvenire nella massima trasparenza,garantita da

powered by social2s