dismappa

 

 

Sala Buvette, Palazzo della Gran Guardia 16 marzo 2014 dalle 15.30 alle 18.30
Tre ore di multi-proiezione a ritmo serrato di centinaia di fotografie scattate a Verona, ciascuna visibile solo per pochi secondi, dalla prospettiva di chi la vive quotidianamente in sedia a  ruote.

Sono le immagini che documentano, dall’estate 2012, il sito dismappa.it, il progetto su Verona accessibile ideato da Nicoletta Ferrari, autrice degli scatti. Nel segno del cambiamento la volontà di documentare direttamente il tema dell’accessibilità e di farlo in modo positivo e propositivo, valorizzando i luoghi e gli avvenimenti senza barriere. I visitatori saranno invitatati a utilizzare le carrozzine disponibili fuori dalla sala Buvette, così da osservare gli scatti dalla stessa prospettiva della fotografa, e partecipare a questo piccolo divertissement di sensibilizzazione. Le foto faranno anche da sfondo per la serie On wheels / Ritratti su ruote. La mostra fa parte del Festival di Arti e Scienze Infinitamente.  

per maggiori informazioni cliccare qui

 

disMappa – Presentazione del progetto per Verona accessibile 

 

Verona è una città, non solo fra le più conosciute e ammirate del mondo, ma anche sorprendentemente agevole per coloro i quali, spostandosi su sedie a rotelle, desiderano visitarla anche in autonomia. Il progetto disMappa intende per questo valorizzare lo splendido centro storico di Verona, grazie alla mappatura di tutti i luoghi pienamente o parzialmente accessibili
powered by social2s
scavi_scaligeri


Sabato 8 marzo alle 16.00 al Museo di Storia Naturale di Verona, nuovo appuntamento delle conferenze dedicate agli Scavi Scaligeri, dal titolo “Centro Internazionale di Fotografia: una storia espositiva”.

Giusi Pasqualini, responsabile del coordinamento e organizzazione delle mostre, illustrerà la trasformazione del sito avvenuta a partire dal 1996 quando, da luogo di esclusivo interesse archeologico - ricco di testimonianze romane, longobarde e medievali - è diventato anche sede espositiva, ospitando mostre dei grandi nomi della fotografia italiana ed internazionale.

L’iniziativa, promossa dal Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri in collaborazione con l’Università di Verona, l’Università diPadova e l'Accademia Cignaroli di Verona, approfondisce temi di archeologia, valorizzazione del sito come centro espositivo, fotografia e didattica.

 

Info e prenotazioni: Aster srl, da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00, tel 045 8036353 – 597140; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

powered by social2s
infinitamente2013__web
dal 10 al 16 marzo 2014
Festival di scienze e arti a Verona.
Viaggio nella vita
Dall'uomo all'universo
Il cambiamento

La sesta edizione di “Infinitamente” proporrà incontri, mostre, laboratori e spettacoli. Scienziati, ricercatori, protagonisti del mondo della cultura e artisti daranno vita ad una manifestazione  poliedrica incentrata sul concetto di “cambiamento”, declinato in innumerevoli significati.

Il cambiamento è elemento costitutivo della definizione stessa di vita. I neuroscienziati spiegheranno l’evoluzione del cervello e i fattori e le modalità con cui la mente cui avverte e vive il cambiamento. Sarà indagata anche la variabilità genetica: a partire dai segreti racchiusi nel DNA, il “filo della vita”, il festival si addenterà nei temi più affascinanti della ricerca in campo biologico, come  le ricombinazioni genetiche, le mutazioni e le modificazioni dell’espressione genica.

Saranno coinvolte anche le Scienze matematiche, fisiche e naturali, consentendo di aprire la manifestazione a percorsi che esploreranno fisica e astrofisica. Il concetto di cambiamento è suggestivo anche per tutti i possibili rimandi agli ambiti filosofici, psicologici e psicanalitici, storici, letterari, linguistici, sociologici e artistici. “Infinitamente” si propone di far dialogare le discipline delle hard e soft sciences, essendo la mente dell’uomo il fattore di sintesi, non parcellizzabile, della conoscenza. La manifestazione coinvolgerà dunque discipline scientifiche ed umanistiche, con chiari percorsi tematici.

per maggiori informazioni

powered by social2s
immagine_INASIA_MontagneSacre_1

Sabato 01 marzo 2014, dalle 17:30 alle 19:00, 
 Sala Convegni Banco Popolare c / o Centro Servizi, Viale delle Nazioni, 4 - Verona
Relatore Ivan Perusi

Ingresso libero

Spesso nella cultura Tutte le, e particolarmente in Quelle Asiatiche, la montagna ha assunto l'Identità di Uno spazio di CONNESSIONE TRA l'Umano e il divino. Rappresenta lo slancio, Spesso faticoso, Semper iniziatico, dell'Uomo Che SI Stacca Dalle brume terrene ed aspira alla purezza cristallina con cui le vette indicano il Cielo, Sede degli Immortali. La Montagna e dunque Metafora dell'ascesi, Luogo e percorso Filosofico verso l'Essere. Ognuna delle Conferenze SI Concentrazione con cadenza mensile su un'area Geografico- culturale ben definita, Cercando di esprimerne l'essenza Più specifica.

powered by social2s
massimo_recalcati

 

Venerdì 28 febbraio alle 18.30 Fondazione Centro Studi Campostrini   a Verona.

 

Lo psicanalista e scrittore affronta una riflessione sulla crisi della figura paterna, sia da un punto di vista psicologico, politico che sociale, venerdì 28 febbraio alle 18.30 a Verona.

 Massimo Recalcati, tra i più affermati analisti italiani, affronterà il tema del “Padre” durante la conferenza dedicata venerdì 28 febbraio alle 18.30, alla Fondazione Centro Studi Campostrini in via Santa Maria in Organo, 2, a Verona. Attraverso una riflessione che parte dall’osservazione fatta sulla crisi della figura paterna sia da un punto di vista psicologico che politico e sociale. L’evento del ciclo “Fuori programma” è moderato da Davide Assael, ingresso libero.

 

La società contemporanea è stata spesso descritta come una società senza padri, perché figlia di un percorso contestatore incentrato sulle virtù creative della gioventù. Una volta che i giovani di un tempo sono diventati padri e madri, è emersa la difficoltà di imporre limiti per coloro che avevano contestato ogni divieto. Una contraddizione, che, forse inconsapevolmente, sembra aver contribuito, insieme ad un processo di massificazione mediatica senza precedenti, al sorgere della deriva narcisistica  che sembra caratterizzare l’attuale tempo storico. Un narcisismo soprattutto fonte di disagio e di malessere psicologico, che costringe il soggetto, eterno Giuseppe biblico

powered by social2s
cristicchi
Giovedì 20 Febbraio 2014 ore 21.00 al Teatro Nuovo
regia di Antonio Calenda
uno spettacolo di e con Simone Cristicchi
 
 20 febbraio - ore 18.00 Libreria  Feltrinelli
incontro con  Simone Cristicchi autore del libro


Magazzino 18 scritto con Jan Bernas - regia Antonio Calenda - musiche e canzoni inedite di Simone Cristicchi
musiche di scena e arrangiamenti Valter Sivilotti registrate dalla FVG Mitteleuropa Orchestra
Il Rossetti - Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e Promo Music


dalle ore 20.15 alle ore 20.45 soci ANVDG Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e loro familiari
dalle ore 20.45 ingresso libero fino a esaurimento posti

Al Porto Vecchio di Trieste c'è un “luogo della memoria” particolarmente toccante. Racconta di una pagina dolorosissima della storia d'Italia, di una vicenda complessa
e mai abbastanza conosciuta del nostro Novecento. Ed è ancor più straziante perché affida questa “memoria” non a un imponente monumento o a una documentazione
impressionante, ma a tante piccole, umili testimonianze che appartengono alla quotidianità.

per maggiori informazioni cliccare qui

Giovedì 20 febbraio - ore 18.00
incontro con  Simone Cristicchi autore del libro
Magazzino 18 (Mondadori)Introducono l'incontro Francesca Briani, presidente di A.N.V.G.D con il prof. Davide Rossi dell'Università degli Studi di Trieste
Evento in collaborazione con A.N.V.G.D. - Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia e
Fondazione Atlantide - Teatro Stabile di Verona Simone Cristicchi incontra il pubblico per un'introduzione allo spettacolo che

powered by social2s