Lucio-Caracciolo2

Venerdì 10 gennaio alle 18 alla Fondazione Centro Studi Campostrini di Verona.

 Il direttore di Limes Lucio Caracciolo tiene l’incontro dal titolo “Il panorama geopolitico mondiale”. Ingresso libero, modera Davide Assael.

L’evento del ciclo “Fuori programma” vuole indagare gli assetti economici, politici e culturali che coinvolgono sostanzialmente quattro aree: la regione dell’Asia-Pacifico, dove si concentra la competizione tra Stati Uniti e Cina, l’Europa e connessa a questa l’area del Mediterraneo dove si sta verificando una crisi di governabilità molto profonda, e infine gli Stati Uniti come prima potenza mondiale.

 Quale l’esito di questo lungo processo? Il consolidarsi delle istituzioni internazionali o l’irrigidirsi di blocchi politici? L’affermarsi di una realtà multipolare o il governo del duopolio USA-Cina? E quale il ruolo che giocherà l’Europa in questo contesto? Tutte domande a cui cercherà di rispondere Lucio Caracciolo: «L’Europa oggi sta vivendo un forte declino rispetto a un secolo fa – commenta il direttore di Limes –. Non esiste un piano economico condiviso all’interno del cosiddetto progetto Unione Europea,  l’unico Paese che ha una strategia vincente sembra essere la Germania che comprende buona parte dell’area centrale del continente, fino all’Italia settentrionale con la città di Verona, confine tra l’Europa germanica e quella mediterranea».

 A partire dall’11 settembre 2001, lo scenario geopolitico mondiale sembra in continuo

powered by social2s
prima_silenzio

 

Giovedì 12 Dicembre 2013 ore 16.45 / Teatro Nuovo Gli interpreti dello spettacolo "Prima del silenzio" incontrano il pubblico 

Invito alla visione - ore 16.45
Appuntamento per introdurre alla visione degli spettacoli, per dare brevi spunti di lettura critica della messinscena. 
A  cura di Simone Azzoni

• Incontro con gli attori - ore 17.00
Incontro con gli attori per parlare dello spettacolo ma anche del “dietro le quinte” e dell’affascinante mondo teatrale   
  
 Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti
powered by social2s
batteria_di_scarpa

Martedì 3 dicembre 2013 ore 17.00
Sala Montanari della Società Letteraria di Verona
Piazzetta Scalette Rubiani 1

Incontro : Un gioiello da salvare. La batteria di Scarpa nell'ambito delle mura magistrali

Le mura magistrali di Verona costituiscono un unicum europeo da un punto di vista storico, architettonico, ambientale; tanto da aver meritato alla nostra città la qualifica Unesco di “Patrimonio dell’Umanità”.
E’ di primaria importanza, per la nostra città, una corretta fruizione e destinazione d’uso delle mura stesse, a iniziare dal ripristino funzionale della cosiddetta “Batteria di Scarpa”, che, grazie all’iniziativa delle associazioni di volontariato e al contributo della Fondazione Cariverona, potrà diventare, con l’aiuto dei cittadini, “il Museo delle Mura di Verona”.

Saluti

Dr.ssa Daniela Brunelli
Presidente della Società Letteraria di Verona


Intervengono

Prof. Ernesto Guidorizzi
Vicepresidente Società Letteraria di Verona

Albino Perolo
Studioso delle mura magistrali

Arch. Lino V. Bozzetto
Architetto e storico delle fortificazioni di Verona

Dr. Marco Valdinoci
Vicedirettore Fondazione Cariverona

Chiara Martinelli
Presidente Comitato per il Verde

Per maggiori informazioni cliccare qui

powered by social2s
Stella4

Mercoledì 4 dicembre 2013
ore 15.45 Libreria Feltrinelli via Quattro Spade, 2 - Verona, Tel. 045 80.90.81
ore  16.30 Università di Verona (Facoltà di Giurisprudenza – salita Montanari- Aula Magna),


In occasione della lezione aperta che terrà alle 16.30 all'Università di Verona  Gian Antonio Stella simbolo del giornalismo d’inchiesta in Italia, sarà ospite della libreria per portare un saluto al pubblico veronese e firmare le copie del suo nuovo libro Se muore il Sud (Feltrinelli), scritto a quattro mani con Sergio Rizzo.

powered by social2s
David_Bernini_face
Martedì 26 novembre 2013 ore 17.30

Lezione di Tomaso Montanari
Università degli Studi di Napoli
Palazzo della Gran Guardia
Piazza Bra, Verona
Sala Conferenze


Terzo incontro del ciclo di conferenze promosse dal Comune di Verona, Cultura, Direzione Musei d’Arte e Monumenti e dall’Università degli Studi di
Verona, Facoltà di Lettere, Corso di Laurea in Beni Culturali. L’iniziativa si avvale del supporto del Centro Iniziative Educazione Artistica e della collaborazione degli Amici di Castelvecchio e dei
Civici Musei d’Arte di Verona.
Il programma, particolarmente ricco, propone l’intervento di specialisti legati a diverse istituzioni nell’ambito della conservazione e della valorizzazione dei beni culturali su varie tematiche di storia
e critica d’arte, di museologia. Si consolida così ulteriormente il rapporto con l’Università di Verona e in particolare con gli studenti che frequentano numerosi gli appuntamenti annuali.
Il terzo incontro accoglie la lezione di Tomaso Montanari sul tema La libertà di Bernini. La conferenza vuole proporsi come una confutazione di questa affermazione: «Si può dire, del
resto, che due siano gli aspetti fondamentali del Seicento: uno rivolto al futuro, l’altro intento al presente. Uno per così dire rivoluzionario, l’altro conservatore. Da una parte troviamo Caravaggio,
dall’altra Bernini e Pietro da Cortona». È una frase tratta dal libro di fondazione dell'attuale stagione di studi sul Seicento artistico italiano, il bellissimo e giustamente influente Pietro da
Cortona,

powered by social2s
QLK7XCO74596--200x112--330x185

Sabato 30 novembre ore 10,30  Associazione Culturale SoleLuna


Usiamo pillole di buon senso , incontro con Sandra Forni

La gravidanza ed i primi anni di vita rappresentano un momento privilegiato per la costruzione della “reattività” del bambino. La capacità, cioè, di difendersi dalle malattie e di guarire con le proprie risorse. Proveremo ad analizzare in che modo si ammala il bambino e quali sono i fattori che sostengono o che abbattono la “reattività”.

Ci soffermeremo sulle emozioni e reazioni di noi genitori di fronte alle prime malattie del bambino chiedendoci che cosa trasmettiamo ai nostri figli attraverso la cura. Vedremo il diverso approccio della medicina convenzionale rispetto ai trattamenti non convenzionali. Infine affronteremo le più comuni malattie del bambino e dell’inverno: febbre, raffreddore, tosse, otite, 6°malattia….

 

Con Sandra Forni,   ostetrica dal 1982 ha lavorato nella divisione di ostetricia dell’Ospedale di Zevio (VR), una delle prime esperienze italiane di contenimento della medicalizzazione del travaglio e parto fisiologico, ha collaborato con il “Centro Educazione Maternità IL MELOGRANO” di Verona nella conduzione di corsi di preparazione alla nascita, corsi per genitori nel primo anno di vita del bambino e nella gestione dell’ambulatorio ostetrico. E’ autrice di pubblicazioni di ostetricia; dal 1993 collabora alla rivista per ostetriche “Donna & Donna” del Centro Studi il Marsupio di

powered by social2s