ilpiccolocalciatore

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerd' 23 maggio  2014 ore 18
 Spazio Culturale Fondazione San Zeno via Mazzini 2 (secondo piano sopra il negozio Tezenis

 

Incontro con Damiano Tommasi, presidente AIC

Promo del documentario «il piccolo calciatore» di R.Urbani
Introduce e dialoga con gli ospiti, Riccardo Verzè


inizio evento ore 18
entrata gratuita fino ad esaurimento posti

«il piccolo calciatore»
documentario di Roberto Urbani
una produzione Zen.Movie e Terra Lontana Film
Attraverso i sogni e i desideri di Samuel, un ragazzo di dodici anni, il documentario racconta una storia di possibile integrazione. Gli allenamenti, le partite e la vita di tutti i giorni di questo piccolo calciatore sono il pretesto
per un’indagine sul razzismo dentro e fuori gli stadi. Le voci dei protagonisti, calciatori e dirigenti delle due maggiori squadre veronesi testimoniano lo stato di salute in cui si trova oggi il calcio.

 

«Ho scelto di ambientare la mia storia a Verona, la mia città, dove il razzismo, si dice, sia una realtà purtroppo presente e ancora molto viva. Ma nel mondo del calcio dove tutti dovrebbero essere accomunati dalla passione del gioco, il razzismo non dovrebbe essere bandito?»
Roberto Urbani

Il documentario è patrocinato dall’Associazione Italiana Calciatori oggi molto impegnata in attività di sensibilizzazione sul tema del razzismo. In una

powered by social2s
Carozzi

 

Mercoledì 14 maggio alle 21 alla Fondazione Centro Studi Campostrini.

 

Secondo incontro con il professor Pier Angelo Carozzi su “Ordini mendicanti e gotico” mercoledì 14 maggio alle 21 alla Fondazione Centro Studi Campostrini.

 

Un grande e importante contributo alla storia culturale, artistica e religiosa di Verona è stato apportato dai diversi ordini religiosi, come i domenicani, agostiniani, francescani, carmelitani, olivetani, che, a partire dal medioevo, si sono stabiliti nella città scaligera. Ne parla durante il ciclo d’incontri “Religio” il professor Pier Angelo Carozzi dell’Università degli Studi di Verona durante i mercoledì di maggio alle 21 alla Fondazione Centro Studi Campostrini in via Santa Maria in Organo, 2, a Verona, ingresso libero.

 

Il secondo appuntamento del ciclo “Le arti degli ordini religiosi a Verona” si svolge mercoledì 14 maggio alle 21 su “Ordini mendicanti e gotico” sulle strutture di San Fermo Maggiore, Sant’Anastasia, San Tommaso, San Bernardino, Sant’Eufemia e Santa Maria della Scala; mercoledì 21 maggio alle 21 “Canonici e chierici regolari tra umanesimo e rinascimento” sulla storia delle chiede di Santa Maria in Organo, San Giorgio in Braida e San Nicolò all’Arena; l’ultimo appuntamento, mercoledì 28 maggio alle 21, dal titolo “Congregazioni Tridentine e Barocco” si soffermerà sulle chiese di San Fermo Minore (Filippini), San Francesco di Paola

powered by social2s
bilxt


Venerdì 9 maggio  2014 alle ore 17,30 a Castelvecchio in sala Boggian


Anteprima nazionale del romanzo dello scrittore americano David Blixt

Il progetto veronese-americano che ha come scopo la valorizzazione della figura di Cangrande I della Scala e la divulgazione della ricca storia della città scaligera è in fase di approdo per la promozione su scala nazionale (e non solo):

Venerdì 9 maggio alle ore 17:30 a Castelvecchio in sala Boggian verrà infatti presentato in anteprima nazionale il romanzo del grande scrittore americano David Blixt “Il Cavaliere della profezia di Dante” tradotto in italiano dall’editore La Corte di Torino.

Proprio a Torino sabato 10 maggio il romanzo verrà presentato anche al prestigioso Salone del Libro.

L’autore verrà all’evento direttamente con un volo da Chicago grazie all’interessamento del Sindaco e della consigliera comunale Dott.ssa Antonia Pavesi.

Ha organizzato l’evento la regista Anna Lerario che ha conosciuto David Blixt in occasione della realizzazione del suo docufilm “Cangrande, il principe di Verona”, doppiato anche in inglese e proiettato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Fra i due è nata una collaborazione che ha visto anche la nascita di un’ edizione speciale del romanzo indirizzata al pubblico straniero contenente il suo DVD.

Ecco le parole della Lerario:

Siamo convinti che questa sia una grossa opportunità per

powered by social2s
angelo-panebianco

 

martedì 6 maggio alle 18 alla Fondazione Centro Studi Campostrini.

Il Vecchio continente e le nuove scelte future sono al centro del dibattito della conferenza dell’illustre politologo e firma del Corriere della sera

 

Le elezioni europee del 25 maggio si annunciano come un appuntamento decisivo per il futuro dei cittadini del Vecchio Continente. L’incontro “L’Europa e le nuove scelte” con Angelo Panebianco, tra i più illustri politologi italiani, vuole approfondire la situazione attuale martedì 6 maggio alle 18 alla Fondazione Centro Studi Campostrini in via Santa Maria in Organo, 2, a Verona. Modera Davide Assael, ingresso libero.

 

 

 

La crisi economica, la crescente povertà, l’avanzare dei populismi sono solo alcuni dei temi che offre la consultazione elettorale. Al fine di comprendere la posta in gioco di questo appuntamento, se ne riflette per capire meglio il futuro di tutti e per ragionare sull’idea di Europa che ha ciascuno di noi. Angelo Panebianco, prestigiosa firma del Corriere della sera, è ordinario di Sistemi internazionali comparati alla Facoltà di Scienze Politiche di Bologna e professore incaricato di Teoria dello stato e di Geopolitica alla Facoltà di Filosofia dell'Università Vita e Salute San Raffaele.

 

 

 

Le conferenze sono patrocinate dal Comune di Verona, dalla Provincia di Verona e dalla

powered by social2s
Idem2014
 
 
 
La nuova stagione di Idem - Ultimo incontro mercoledì 7 maggio 2014 Teatro Nuovo ore 21,00

Stranalandia

L’umorismo come sovversione.
Parole acrobatiche tra pieghe della realtà e spazi clandestini della mente.
Il grottesco e il periferico.
Frammenti di mondo ad allestire esorbitanti e irresistibili cartoline dell’assurdo.

Introducono e dialogano:
Gaia Guarienti
Marco Ongaro

Interventi musicali:
Storyville Jazz Band


A seguire, dal 3 all’8 giugno, nei più suggestivi spazi di Verona, andrà in scena la prima edizione del Festival della Bellezza – I Maestri dello Spirito, in riferimento a grandi artisti legati a Verona: Catullo, Dante, Shakespeare, Goethe, Mozart – 15 appuntamenti con protagonisti di diverse espressioni culturali e artistiche (letteratura, musica, arte, filosofia, poesia, teatro, cinema).
Tra gli ospiti previsti, Fanny Ardant, Massimo Cacciari, Umberto Galimberti, Stefano Bollani.

La manifestazione è ideata e organizzata da IDEM con il Comune di Verona.


 

Gli incontri, come da tradizione, sono in forma teatrale, con musica dal vivo, immagini, filmati.
L’ingresso è riservato ai soci IDEM fino alle 20.55. 
 

 
È possibile aderire all'associazione presso la biglietteria del Teatro Nuovo e la Libreria Antiquaria Perini, oppure tramite il nostro sito (nella sezione "soci").
La quota annuale di adesione è di 35 euro, 25 per chi ha meno di trent'anni, 15 per gli studenti.
L'adesione dà diritto a partecipare gratuitamente a
powered by social2s
paolo_veronese

Un percorso di avvicinamento
Conferenze dedicate alla figura e all'opera di Paolo Caliari detto il Veronese

Auditorium Palazzo della Gran Guardia ore 17,30


A Paolo Veronese, uno dei protagonisti della pittura veneziana del Cinquecento, insieme a Tiziano e Tintoretto, non viene dedicata a Verona una mostra dal 1988, anno del cinquecentenario della morte, e in Italia una monografica di rilievo internazionale dal lontano 1939. In preparazione delle importanti esposizioni intitolate all’artista che si terranno alla National Gallery di Londra dal 19 marzo al 15 giugno e a Verona dal 5 luglio al 5 ottobre 2014, la Direzione Musei Monumenti del Comune di Verona e l’ Università degli Studi di Verona hanno predisposto un ciclo di conferenze che si propone di dare conto di 25 anni di ricerche e di approfondire il ruolo di Paolo Veronese nella decorazione, nella pittura religiosa e nella committenza della Serenissima.L’iniziativa si rivolge all’intera cittadinanza, a docenti e a studenti dell’Università, di Storia dell’Arte e di Educazione artistica degli Istituti Secondari medi e superiori, dell’Accademia di Belle Arti e a coloro che frequentano l’Università della Terza Età, del Tempo Libero oltre agli Amici di Castelvecchio e dei Civici Musei d’Arte di Verona.Al termine del ciclo di conferenze, un attestato di frequenza sarà rilasciato a docenti di Educazione artistica,

powered by social2s