equilibrismi

Dal 16 al 18 Marzo a Verona - Santa Maria in Chiavica.

Equilibrismi: tre giorni di acrobazie culturali sul filo della passione per la lettura.

Equilibrismi è la prima edizione di una rassegna interamente dedicata ai libri per la quale il testo è soltanto un pre-testo per lanciarsi in interessanti acrobazie intellettuali... sul filo della passione per la lettura. Scrittori, giornalisti, fotografi, calligrafi, musicisti e danzatori, attori, testimoni di storie ed esperienze affascinanti prenderanno la parola nei giorni 16, 17, 18 Marzo 2012 in un ciclo di dibattiti, musica live, reading di testi, e poi ancora performance di arti come la fotografia, la calligrafia, il cinema... I numeri di giocoleria letteraria e i giochi di prestigio artistico si dipaneranno sotto un "tendone" molto particolare: Spazio Santa Maria in Chiavica, un edificio ieri dedicato al culto della religione e oggi votato a quello della cultura, allestito per l'occasione dagli architetti e dagli scenografi dell'associazione Dèsegni, che ha ideato e organizzato la manifestazione.

Il fotografo Marco Ambrosi lancerà da Equilibrismi il suo nuovo progetto fotografico, un gioco fra la rete e il mondo reale: Book with Body. Gli amici di Equilibrismi sono invitati a dialogare con lui e con gli altri ''candidati'' proponendosi per un ritratto con libro nel gruppo facebook inaugurato per l'occasione.

Durante

powered by social2s
otto-marzo5

 Prenderà il via giovedì 1 marzo l'edizione 2012 di "Ottomarzo. Femminile, plurale".

Un po' di storia:

Il lunghissimo sciopero, che vide protagoniste più di 20.000 camiciaie newyorkesi, durato dal 22 novembre 1908 al 15 febbraio 1909, fu considerato, nel Woman's Day tenuto a New York il successivo 27 febbraio, come una manifestazione che univa le rivendicazioni sindacali a quelle politiche relative al riconoscimento del diritto di voto femminile. Le delegate socialiste americane, forti dell'ormai consolidata affermazione della manifestazione della giornata della donna, decisero pertanto di proporre alla seconda Conferenza internazionale delle donne socialiste, tenutasi nella Folkets Hus (Casa del popolo) di Copenaghen dal 26 al 27 agosto 1910 - due giorni prima dell'apertura dell'VIII Congresso dell'Internazionale socialista - di istituire una comune giornata dedicata alla rivendicazione dei diritti delle donne... (da Wikipedia).

Saranno circa trenta gli eventi che si susseguiranno nei mesi di marzo e aprile in città e nelle circoscrizioni, a partire dalla visita guidata "Nelle terre dei Gonzaga", che si terrà giovedì 1 marzo nella città di Mantova, con navigazione turistica sui laghi.

Il programma prevede mercoledì 7 marzo, lo spettacolo di musica d'autore al teatro Camploy "Donne in amore. La canzone al femminile", un concerto-reading con protagoniste sedici donne, undici artiste veronesi e cinque straniere, che interpreteranno alcune grandi canzoni

powered by social2s
arewehuman2

Inizia a Verona la terza edizione di Are We Human, pensata e organizzata dall'associazione culturale EXP in collaborazione con diverse realtà culturali del territorio veronese: una rete di relazioni tra persone, istituzioni, associazioni che condividono un approccio alla cultura intesa come strumento di arricchimento individuale e collettivo, un diritto inalienabile, essenziale dispositivo per interrogare e riflettere il presente. In questi anni il crescente coinvolgimento del pubblico e il contributo di persone, amici e quanti hanno creduto nell'importanza del progetto hanno reso possibile la sua realizzazione. Per il 2012 la rassegna propone un vasto programma di spettacoli e incontri che si articola in diversi spazi della città tra febbraio e maggio. Un percorso attraverso le più divergenti traiettorie della ricerca scenica: dalla centralità della parola alla danza, dal pensiero sull'attore all'autoteatro, dal racconto autobiografico allo sguardo sull'attualità.

INFORMAZIONI

3928058192 3409780012 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.arewehuman.it www.teatrostabileverona.it www.izona.it


PRENOTAZIONI

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 3409780012 - 3928058192

LUOGHI

Teatro Alcione Via Giuseppe Verdi, 19

Interzona Via Scuderlando, 4

Ex Arsenale Militare Piazza Arsenale, 8

Malacarne Via San Vitale, 14/a

FNAC Via Cappello, 34


SPETTACOLI

venerdì 24 febbraio ore 21.30 - Teatro Alcione Teatro Valdoca

Per voce e ombra trio per percussioni e voci recitanti

Regia, luci, scena e costumi Cesare Ronconi - versi Mariangela Gualtieri - con Leonardo Delogu, Mariangela Gualtieri ed Enrico Malatesta alle percussioni

powered by social2s
Rudy_Cremonini_installazione_M.Ebraico_vrl_

27 gennaio 2012

Il 27 gennaio è una data ufficiale istituita nel 2000 per ricordare la persecuzione dei cittadini ebrei ad opera del regime nazista,nell'anniversario del giorno in cui avvenne, nel 1945, l’abbattimento dei cancelli del lager nazista di Auschwitz.

Ogni anno si tengono incontri, convegni, manifestazioni, concerti, mostre, si pubblicano libri per non dimenticare quel tempo oscuro della nostra storia. Cogliamo l'occasione per segnalare la mostra che si tiene al Museo Ebraico di Bologna (22 gennaio – 26 febbraio 2012) di Rudy Cremonini dal titolo "La vita la vediamo a memoria".

Una stanza angusta che sembra avvolta da una caligine di tenebra: poco più di un antro illuminato da una luce fioca  e con i nomi dei deportati stampato sul pavimento. L'obiettivo è quello di porci immediatamente nel cuore del problema, di farci sentire tutta l'inquietudine che questo “fossile di spazio” custodisce, un po' come Ground Zero: una sorta di vuoto al centro della città, nel suo cuore, un pezzo mancante nel corpo della sua storia. Del resto, la Shoah non è solo una vicenda di crimini: è un evento metafisico, un male assoluto, un inferno nel quale non si finisce mai di morire. E, infatti, mentre nelle immagini tradizionali dell'inferno, i dannati mantengono la loro identità, nell'inferno dei lager era

powered by social2s
il_settecento_a_verona

Martedì 25 ottobre ha preso avvio il ciclo di conferenze promosse dal Comune di Verona Assessorato alla Cultura Direzione Musei d'Arte e Monumenti e dall'Università degli Studi di Verona Facoltà di Lettere Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali. L'iniziativa si avvale del supporto della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Verona, Rovigo e Vicenza e del Centro Iniziative Educazione Artistica e della collaborazione degli Amici di Castelvecchio e dei Civici Musei d'Arte di Verona. Quest'anno l'iniziativa costituisce l'occasione per approfondire alcuni temi della cultura e delle arti del Settecento veronese, oggetto della rassegna espositiva che si terrà al Palazzo della Gran Guardia dal 26 novembre 2011 al 9 aprile 2012: Il Settecento a Verona. Tiepolo, Cignaroli, Rotari

Il primo incontro ha accolto la lezione di Gian Paolo Marchi, sul tema Nobiltà e pratica delle arti nel pensiero di Scipione Maffei.

Tema centrale della conferenza è evidenziare l'originalità della posizione di Scipione Maffei relativamente al rapporto tra l'essere nobili e il praticare le arti. Il coinvolgimento di Scipione in una disputa cavalleresca, che oppose il fratello maggiore Antonio al conte Ferrante Emilei, divenne l'occasione per contestare il principio stesso della scienza cavalleresca, e cioè «che rimanga assolutamente disonorato chi non fa risentimento alle offese».

powered by social2s
maniCuore

Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Governi, organizzazioni internazionali, ONG, istituzioni e comuni cittadini sono invitati ad organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica su questo antico e nuovo problema.

Il programma per la città di verona:

Venerdì 18 novembre, ore 16.00-18.30 Biblioteca Civica - Sala Farinati

Come diventare un partner migliore: progetto per attivare un cambiamento nelle relazioni affettive moleste agendo sul maltrattante. Tavola rotonda con l'intervento della dott.ssa Alessandra Pauncz (Centro Ascolto Uomini Maltrattanti di Firenze), promossa dall'Associazione Eurodonne Italia

Sabato 19 novembre, ore 18.00 Libreria Fnac - Via Cappello, 34

Tuffatori. Storie, vita, occhi di uomini. Presentazione del libro "Tuffatori" con l'autrice Anna Capozzo, presenta Stefano Ferrio (giornalista), intermezzi musicali di Matteo Bovo (violino), letture a cura di Flavia Passerini. Interviene l'Assessore alle Pari Opportunità, Vittorio Di Dio

Lunedì 21 novembre, ore 11.00 Piazza Bra

A batterci sarà solo il cuore. Esposizione di un maxi stendardo per la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne, promossa dall'Assessorato alle Pari Opportunità. Lo stendardo resterà affisso fino al 30 novembre

Martedì 22 novembre, ore 9.00-14.00 SalaDa Lisca - Interrato Acquamorta, 54

La violenza subita, assistita e agita. Workshop rivolto agli operatori socio-sanitari, promosso dal centro antiviolenza P.e.t.r.a. Servizio Cultura delle Differenze Pari Opportunità Comune di

powered by social2s